Allegoria dell’Autunno

Stagioni

Allegoria dell’Autunno

Vendemmia in autunno e le attività estive

La tela dell’Autunno segue la tradizione rappresentando la vendemmia e le attività correlate. In primo piano, una figura piegata trasporta due grandi ceste d’uva. Poco sopra, due uomini raccolgono i frutti dalla vigna. Al centro, un uomo pigia l’uva nel tino, mentre un altro la trasporta con i buoi. Infine, un uomo vuota l’uva nei tini.

Lo stile fiammingo del dipinto si riflette nell’attenzione ai dettagli e nella vivace rappresentazione delle attività quotidiane. Questo stile, noto per la sua precisione e ricchezza cromatica, enfatizza anche i minimi particolari della scena. L’uso della luce e delle ombre crea una profondità realistica, mentre i colori vividi rendono la composizione dinamica. L’ambientazione naturale e le espressioni dei personaggi mostrano un’intima connessione con la realtà, tipica dell’arte fiamminga.

Anticamente, tre delle quattro tele che compongono questa serie erano esposte nel refettorio del convento. I dipinti che hanno ispirato gli incisori derivano dalla serie con le Stagioni di Jacopo Bassano, ora conservata al Kunsthistorisches Museum di Vienna. I soggetti ideati da Jacopo da Ponte ebbero un grande successo, tanto che alla morte del pittore, due terzi dei 188 dipinti rimasti nella sua bottega raffiguravano proprio stagioni.

Opera proveniente dal Convento di San Francesco di Acquapendente di proprietà del Fondo Edifici di culto- Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Direzione Centrale degli Affari dei Culti e per l’Amministrazione del Fondo edifici di Culto.