Baglioni antologica 1974-2024 – presentazione del volume

Baglioni antologica 1974-2024 – presentazione del volume

Dopo l’apertura della mostra “Pittura Scultura Terracotte”, sabato 25 maggio alle ore 18:00 nella nuova Sala Mostre del Museo della Città Civico e Diocesano di Acquapendente sarà presentato il volume “Baglioni Antologica 1974-2024″  la raccolta di moltissimi dei lavori realizzati dal Maestro Baglioni in cinquanta annidi attività artistica.

Sarà presente l’autore e Aldo lo Presti, che ha curato la presentazione del volume.

 

Presentazione di Aldo lo Presti

C’è modo e modo di interagire con la terra.

Per necessità, ad esempio.

O per diletto.

Oppure con febbrile intensità, nel caso ci ispiri condotte artistiche.

Perché può capitare che ci si accorga che nei sassi di fiume o nelle nuvole, si palesino, improvvisi, i profili dei Santi.

E così facendo, e così percependo, ci venga voglia di inseguirne i passi, magari impastando con la terra il fuoco nelle fornaci refrattarie al brutto, scoprendo – un po’ curiosi e un po’ spaventati – che il suo contrario coincide con l’arte.

E se il bello, nato ascendendo il mondo delle idee, si rivela, ad esempio, nelle pitture, nelle sculture o nelle ceramiche di Giuliano Baglioni, significa che abbiamo avuto l’occasione di incontrare nei nostri percorsi percettivi, opere efficaci nella loro elegante espressività.

Opere realizzate nel corso di cinque decenni, che hanno arredato, in un crescendo di autorevolezza, musei, gallerie e case.

Le nostre.

Un’autorevolezza che gli deriva dal fatto che Giuliano Baglioni da sempre ha evitato accuratamente facili le scorciatoie delle mode.

E nel far questo, sporcandosi le mani nelle sue botteghe etrusche.

Ma non il cuore.

O gli occhi.

Rimanendo fedele a sé stesso, e alle stesse ragioni dell’Arte.

 

EVENTO GRATUITO

* Evento realizzato con il sostegno della Regione Lazio per Biblioteche, Musei e Istituti similari, Ecomusei e Archivi Piano annuale 2023, L.R. 24/2019