COLORARE CON I PIGMENTI NATURALI

COLORARE CON I PIGMENTI NATURALI

Gli usi delle piante e delle terre secondo ricette tramandate.
Un’occasione per conoscere caratteristiche e metodi di estrazione, per creare idee sempre nuove e fantasiose partendo dal caleidoscopio di colori che la Natura ci offre in autunno.

L’evento è organizzato dai due Musei civici della Città di Acquapendente: il Museo del fiore sito nella frazione di Torre Alfina (Loc. Giardino) ed il Museo della Città Civico e Diocesano, ubicato nel centro storico di Acquapendente.

L’evento si svolge al Museo della Città Civico e Diocesano, presso il Palazzo Vescovile, in via Roma n. 85 ad Acquapendente.

Verrà rilasciato un voucher valido 3 mesi per permettere, a seguito dell’evento, di visitare anche il Museo del fiore.

Il Museo del fiore …

in questa occasione ci permetterà di fare un salto nella tradizione con l’estrazione dei pigmenti dalle piante, soprattutto in una stagione ricca di colori come l’AUTUNNO.

Cosa possiamo utilizzare? … fiori, bacche, foglie, noci, radici, verdure, frutta, caffè… dipende tutto dal colore che si vuole ottenere!

Il tiglio per il giallo, l’acero per il rosso, il melograno per il nero e ancora barbabietole, spinaci,  zafferano, ippocastano e ortica per colori che non sempre ci si aspetta. Colori già noti e usati dalle nostre nonne per ravvivare vecchi abiti, camuffare macchie o dare una dignità cromatica ad un tessuto altrimenti bianco.

Ma perchè imparare a tingere con le piante? Per avvicinarci alla Natura, per recuperare il nostro passato, per divertimento e basta, per curiosità, perchè ricolorare una vecchia maglia o solo tingere un bigliettino di auguri potrebbe essere un piacevole passatempo.