Il Fascino del Decoro “a Penna di Pavone”

piatto ceramica occhi pavone

Il Fascino del Decoro “a Penna di Pavone”

Il raffinato motivo “a Penna di Pavone”, con le sue radici nella tradizione orientale, assume a Faenza una dimensione tutta particolare. La sua simbologia si snoda tra le antiche suggestioni del Sole Nascente, portando con sé il profondo significato di rinascita e resurrezione.

Questo intrico di linee sinuose e vibranti, simile alle piume del pavone, inizia a tessere la sua storia nella ceramica faentina a partire dalla metà del Quattrocento, un’epoca gloriosa per l’arte ceramica nella regione. È durante questo periodo di fervore artistico che lo smalto raggiunge il suo massimo splendore, dando vita a una tavolozza cromatica vibrante.

Al Museo, è possibile immergersi in questo viaggio nel tempo attraverso un affascinante piatto che incarna la maestria dei figuli aquesiani. Esplorare la storia di questo decoro diventa un viaggio nel cuore del Rinascimento, un’epoca in cui la ceramica era la tela su cui dipingere la magnificenza dell’arte e della simbologia.