Il catalogo della mostra il “600 un’esplosione di colori” 2023

Il catalogo della mostra il “600 un’esplosione di colori” 2023

Per una storia dell'arte ceramica della Città di Acquapendente

Più di 300 pagine di approfondimenti, 80 forme diverse, circa 30 anni di lavoro, quasi 20 nuove planimetrie.

Stiamo dando i numeri? No! Sono solo alcune delle tantissime informazioni che potete trovare nel catalogo della mostra il “600 un’esplosione di colori” che può essere acquistato al Museo della Città o al Centro Visite del Comune di Acquapendente.

ArcheoAcquapendente, con questa pubblicazione, racconta la storia della ceramica di Acquapendente con una vera e propria immersione nel fare quotidiano delle botteghe dei vasai aquesiani, attraverso un’opera di ricerca basata sui documenti dell’archivio storico di Acquapendente, sui diari degli scavi organizzati dalla soprintendenza nella città e sull’immensa mole di reperti portati alla luce, catalogati e ricostruiti.

“Le ceramiche a biscotto qui esposte si collocano cronologicamente nei secoli XIV e XV e sono tutte state ritrovate nei sotterranei del convento di Sant’Agostino nel 1995. La tecnica di produzione impone due cotture in fornace a circa 950 gradi: la prima realizza il biscotto prima descritto, la seconda ci dà l’oggetto colorato. I tre colori usati nel secolo XIV sono il bianco, il verde d il bruno, o meglio gli ossidi metallici che, dati a pennello sul biscotto, dopo la seconda cottura fondono e ricoprono l’oggetto di uno smalto colorato. Saranno quindi i colori del bianco-stagno, bruno-manganese, verde-rame a caratterizzare i decori di tutto il XIV secolo e oltre”.
Ciuseppe Ciacci
Presidente Archeo Acquapendente

All’interno trova posto il catalogo della mostra “Il ‘600 un’esplosione di colori” con le schede e le fotografie di 80 pezzi ceramici aquesiani prodotti dal XIV al XVII secolo, e a questo link trovi diversi approfondimenti tratti dal catalogo. 

 

Il catalogo è acquistabile presso il bookshop del museo e all’info point nella Torre Julia de’ Jacopo.