La Primavera in Pinacoteca

stagioni

La Primavera in Pinacoteca

Primavera d’intorno
brilla nell’aria, e per li campi esulta,
sì ch’a mirararla intenerisce il core.
………….
Così il sommo Leopardi cantava superando la tristezza e il dolore.
Il 20 marzo è il primo giorno di Primavera. E’ il giorno in cui, secondo gli antichi, Persefone sale dagli Inferi dove vive per due terzi dell’anno con Ade il Dio delle tenebre e riempie il mondo di luce, di colori, di profumi donando nuova vita e rinnovata speranza.

Sulla tela sono raffigurate gruppi di figure che sono riproposti con una certa precisione, invece nel paesaggio l’artista si concede qualche licenza inserendo in questo caso una siepe con fiori e alberi fioriti. Le attività agricole proprie della primavera raffigurate sono la mungitura della capra e la tosatura della pecora tipiche attività stagionali, mentre sul fondo nel paesaggio compare un uomo a cavallo che è la consueta raffigurazione per il mese di maggio.