L’effige di Innocenzo X Pamphilj di Alessandro Algardi

L’effige di Innocenzo X Pamphilj di Alessandro Algardi

Questa effige fu scolpita da Alessandro Algardi attorno al 1650 a Roma per abbellire la facciata della cattedrale del Santo Sepolcro, duomo della Città di Acquapendente.

Originariamente era collocata proprio nella parte centrale della facciata su commissione proprio del soggetto ritratto ossia Papa Innocenzo X Pamphilj, con un chiaro intento politico, per rendere a tutti noto il trasferimento della diocesi ad Acquapendente dopo la distruzione della città di Castro.

Sulla facciata adesso è collocata una copia, e il busto originale è esposto nel salone del trono di Palazzo Vescovile, e rappresenta uno dei pezzi più importanti della nostra struttura museale.