L’Ospedale di Acquapendente

L’Ospedale di Acquapendente

L’ospedale di San Giovanni e Santa Maria sorse nel 1406 per volontà testamentaria di Alessandrina, moglie di ser Bartolomeo Ceccarelli, e viene fondato proprio all’inizio del tratto urbano della Francigena dove esisteva già quello di Santa Maria e dove esiste tuttora l’ospedale cittadino.

Prende questo nome perchè collegato a quello di Santa Maria della Scala di Siena. Raggruppa le strutture dislocate tutte sul tratto della Strada Romana: l’ospedale della Trinità e l’ospedale di San Gregorio e ovviamente quello di Santa Maria. Si trattava di un luogo di sosta, ricovero e assistenza per pellegrini e cura per ammalati, sottoposto a tutela ecclesiastica e gestito da religiosi.

Quasi tutti gli Ospedali nascono in abitazioni private nei pressi della Francigena e vengono poi amministrati da ecclesiastici. La funzione dell’Ospedale all’epoca è principalmente quella di ospizio per poveri e malati che si dirigono in pellegrinaggio a Roma.

Fuori delle mura, verso Roma, era stato invece fondato l’Ospedale di San Lazzaro destinato ai più emarginati tra i pellegrini medievali: i lebbrosi.

Oltre queste strutture, vi era anche l’ospedale del Ponte del Paglia posto in corrispondenza del punto di attraversamento del fiume.

FONTE FOTO: Etruria News

FONTE TESTO (revisionato dalla redazione del Museo): http://www.graphisphaera.it/fabrici/?page_id=25