San Bartolomeo

San Bartolomeo

Il 24 agosto si festeggia San Bartolomeo. Nella nostra Pinacoteca c’è una bellissima riproduzione dove il santo, riquadrato da una finta architettura, è ritratto in piedi in lieve tre quarti: tiene in mano i suoi canonici attributi iconografici (il coltello, simbolo del suo martirio, e un libro).

Quest’opera è datata XVI secolo (ultimo quarto); in occasione della presentazione del volume “I dipinti del Museo della Città di Acquapendente” a cura del direttore del Museo @AndreaAlessi e @LuisaCaporossi, avremo ulteriori informazioni sull’opera.

Bartolomeo è stato uno dei dodici apostoli che seguirono Gesù. L’apostolo viene chiamato con questo nome nei sinottici, mentre nel vangelo secondo Giovanni[1] è indicato con il nome di Natanaele (lett. “dono di Dio”) sempre che si accetti l’identificazione tra queste due personalità, cosa di cui alcuni studiosi moderni dubitano. Tutto quello che si conosce di questo Apostolo proviene dai vangeli. Secondo il Vangelo di Giovanni egli era amico di Filippo, fu, infatti, questi a parlargli entusiasticamente del Messia quando gli disse: “Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè nella Legge e i Profeti, Gesù, figlio di Giuseppe di Nazaret”.