San Bernardino da Siena

San Bernardino da Siena

Sano di Pietro (1406-1481), San Bernardino da Siena, post 1450, tempera su tavola, 170 x 66 cm. Provenienza: Chiesa di San Francesco

Come noto San Bernardino fu ospitato nel convento di San Francesco di Acquapendente nel 1435 ed è probabile che dopo la sua canonizzazione, avvenuta nel 1450, sia stato commissionato al pittore senese, Sano di Pietro, un dipinto raffigurante il santo. Gli anni successivi alla morte del predicatore senese erano stati caratterizzati da un particolare fervore religioso che spinse molti ordini a richiedere dipinti che con grande verosimiglianza lo raffigurassero.

Sano di Pietro a metà del Quattrocento aveva creato uno stile volto ad un anacronistico recupero della pittura senese del Trecento, incontrando il favore di un pubblico poco incline alle novità rinascimentali e che ne decretò il successo, era inoltre legato all’ordine francescano e aveva raffigurato molto spesso il santo.

Il San Bernardino da Siena di Acquapendente lo rappresenta anziano, che morto nel 1444 ebbe il volto eternato nella sua maschera funebre. È sorretto dagli angeli e sembra sorvolare i paesaggi nei quali un tempo aveva predicato. Forse viene illustrata proprio l’alta valle del Tevere con le anse del fiume che avvolgono piccole cittadine dalle murature rosse.

RESTAURO

La tavola fu restaurata in occasione della mostra della pittura viterbese del 1954 e poi nuovamente negli anni ’90 da Mariano Marziali.

BIBLIOGAFIA

da “I dipinti del Museo della città di Acquapendente”, a cura di Andrea Alessi e Luisa Caporossi, Antiquares 2021.

Opera proveniente dalla Chiesa di San Francesco di proprietà del Fondo Edifici di culto- Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Direzione Centrale degli Affari dei Culti e per l’Amministrazione del Fondo edifici di Culto